info@nicolaibba.it

070 152 403 97

I CRITERI DI AGGIUDICAZIONE DEGLI APPALTI
i criteri di aggiudicazione degli appalti

La gara d’appalto viene disciplinata dall’insieme di regole presenti in un bando di gara che, secondo l’art. 64 del Codice, deve sempre contenere alcune informazioni essenziali.

Tra queste informazioni deve necessariamente essere presente il criterio di aggiudicazione scelto dalla Stazione Appaltante (SA) per selezionare la migliore offerta.

Cosa sono i criteri di aggiudicazione

Attraverso i criteri di aggiudicazione la SA sceglie e seleziona la migliore offerta tra quelle presentate in gara dai concorrenti.

Sono disciplinati dall’articolo 95 del D.Lgs. 50/2016 e individuabili:

  • nel prezzo più basso;
  • nell’offerta economicamente più vantaggiosa (qualità/prezzo e costo/efficacia).

Il criterio del prezzo più basso, o minor prezzo, valorizza solo la componente economica dell’offerta: generalmente vince il concorrente che offre il maggior ribasso.

Il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa riguarda una scelta di economicità, efficacia ed efficienza in quanto valorizza sia la componente economica che le componenti tecnico-qualitative dell’offerta.

In questo caso, vengono generalmente attribuiti dei punteggi per la qualità e dei punteggi per il prezzo, la cui somma sarà pari a 100: vincerà la gara l’operatore economico che otterrà il maggior punteggio.

Le SA possono decidere quale scegliere tra i due criteri tuttavia il criterio adottato deve risultare il più adeguato in relazione alle caratteristiche dell’oggetto del contratto.

In altre parole, il criterio è considerato connesso all’oggetto dell’appalto.

Possono, inoltre, decidere di non procedere all’aggiudicazione se nessuna offerta presentata risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto.

Dunque, è molto importante che l’operatore economico, che decide di partecipare a una procedura di gara, conosca i diversi casi di utilizzo dei due criteri di aggiudicazione: grazie ai miei servizi posso aiutarti a conoscerli e a valutarli insieme, contattami o vieni a trovarmi nel mio studio.

Diversi casi di utilizzo dei criteri

Il Codice impone alle SA l’utilizzo dell’offerta economicamente più vantaggiosa (qualità/prezzo) nelle seguenti ipotesi:

  • nei contratti relativi ai servizi sociali e di ristorazione ospedaliera, assistenziale e scolastica, ad alta intensità di manodopera (definiti all’articolo 50, comma 1);
  • nei contratti relativi all’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura e degli altri servizi di natura tecnica e intellettuale di importo pari o superiore a 40.000 euro.

Per calcolare le varianti prezzo/qualità esistono diversi metodi matematici che verranno scelti nel disciplinare di gara tra quelli indicati dalle Linee Guida Anac n.2.

Il Legislatore invece permette l’utilizzo del minor prezzo solo in tre casi:

  • per i lavori di importo pari o inferiore a 2.000.000 di euro, quando l’affidamento dei lavori avviene con procedure ordinarie, sulla base del progetto esecutivo (articolo 36, comma 2, lettera d);
  • per i servizi e le forniture standardizzate o le cui condizioni sono definite dal mercato;
  • per i servizi e le forniture di importo fino, pari o superiore a 40.000 euro e sino alle soglie comunitarie, solo se caratterizzati da elevata ripetitività, fatta eccezione per quelli di contenuto tecnologico o che hanno un carattere innovativo.

Avv. Nicola Ibba

Articoli recenti

LA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA

LA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA

Con la locuzione evidenza pubblica si indica la procedura che la pubblica amministrazione (PA) è tenuta a seguire al fine di giungere alla stipula di un contratto di diritto privato. In altre parole, è il procedimento necessario per poter svolgere la sua attività...

SOSPENSIONE CAUTELARE DEI DIPENDENTI PUBBLICI

SOSPENSIONE CAUTELARE DEI DIPENDENTI PUBBLICI

In questo articolo intendo offrire una panoramica sul quadro delineato dall’art.55-ter del D.Lgs. 165/2001, all’interno del quale si colloca l’istituto della sospensione cautelare dei dipendenti pubblici coinvolti in procedimenti penali. Procedimento disciplinare e...

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE AGLI APPALTI

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE AGLI APPALTI

I requisiti di partecipazione sono degli attributi necessari che vengono richiesti dalla legge o dalla stazione appaltante nel bando di gara e con i quali i concorrenti dimostrano di possedere le capacità di eseguire correttamente l’opera, la fornitura oppure il...